scadenza comunicazione unica

Registro delle Imprese:

le domande di iscrizione o di deposito al R.I. devono essere presentate nei termini previsti dal codice civile, da leggi speciali o dal DPR n. 581/1995. Le denunce al R.E.A. devono essere presentate entro 30 giorni dal verificarsi dell’evento di cui é obbligatoria la denuncia.

Agenzia delle Entrate:

la dichiarazione di inizio attività deve essere presentata entro 30 giorni dalla data di effettuazione della prima operazione attiva o passiva (acquisto di beni strumentali e/o merci, stipula di un contratto di locazione etc). Per le società di capitali il termine è entro 30 giorni dall’iscrizione nel registro delle imprese. Le variazioni e la cessazione dell’attività devono essere comunicati entro 30 giorni; se la variazione comporta il trasferimento del domicilio fiscale essa ha effetto dal sessantesimo giorno successivo a quello in cui si è verificata.

INPS:

per le aziende che occupano dipendenti, il termine utile e ultimo per effettuare l’adempimento senza sanzioni è il giorno immediatamente precedente la scadenza prevista per il versamento dei contributi e quindi il giorno 15 di ogni mese.Per i lavoratori autonomi, 30 giorni dall’evento (es. inizio dell’attività), oltre il quale si ha la mora. Se il ritardo nell’adempimento è superiore ad un anno si configura l’evasione contributiva.
Check list

INAIL:

il rapporto assicurativo ha inizio con la denuncia all’INAIL dell’attività esercitata. Il datore di lavoro, deve darne comunicazione all’INAIL, contestualmente all’inizio dell’attività. Se, per la natura dei lavori o per l’urgenza del loro inizio, non è possibile fare la denuncia contestuale, la comunicazione può essere effettuata entro i 5 giorni successivi all’inizio delle attività, motivando il ritardo (solo per casi eccezionali – vedasi circolare Ministero del Lavoro del 20/04/2010). In caso di:

  • variazioni anagrafiche inerenti il codice ditta (ragione sociale con codice fiscale invariato, legale rappresentante, sede legale, ecc.);
  • variazioni consistenti in aperture e cessazioni di PAT correlate alle sedi dei lavori esercitati;
  • cessazione del codice ditta per cessazione dell’attività,

la comunicazione deve essere effettuata non oltre il trentesimo giorno successivo a quello in cui è intervenuta la variazione.

Ministero del Lavoro

– circolare del 20/4/2010: “Nel far seguito a problematiche evidenziate da alcune direzioni provinciali del lavoro in merito alla disciplina in materia di ‘comunicazione unica di impresa’ e di comunicazione preventiva di assunzione, si ritiene opportuno fornire i seguenti chiarimenti (…). Più in particolare tali problematiche riguardano l’’impossibilità di adempiere all’obbligo della comunicazione ‘preventiva’ di assunzione da parte di quelle imprese che, contestualmente all’avvio dell’attività attraverso la c.d. ‘comunicazione unica’ in oggetto, hanno necessità di impiegare personale fin dal primo giorno.

Al riguardo occorre ricordare che con nota prot. 4746 del 14/2/2007 di questo Ministero è stata chiarita, tra l’altro, la possibilità di comunicare l’assunzione del personale entro i cinque giorni dall’inizio dell’attività lavorativa in tutte le ipotesi di forma maggiore, senza la necessità di invio preventivo di alcun dato. Ciò premesso appare possibile ritenere che le ipotesi prospettate (impiego di personale sin dal primo giorno di costituzione dell’impresa tramite ‘ComUnica’) rientrino nella casistica de quo e pertanto la relativa comunicazione al Centro per l’impiego possa effettuarsi entro i cinque giorni successivi ‘all’evento’.

In tal caso la prova della ‘forza maggiore’ è facilmente rinvenibile dalla coincidenza della data indicata nella ‘comunicazione unica di impresa’ con quella successivamente indicata nella comunicazione ai Servizi competenti quale data di inizio della prestazione lavorativa”.

SUAP (SCIA):

Deve essere trasmessa al Registro delle Imprese, il giorno dell’inizio dell’attività economica (la data di inizio attività denunciata, deve corrispondere a quella della presentazione della SCIA, pertanto non può essere antecedente alla data di presentazione della segnalazione alla Camera di Commercio).